venerdì 26 febbraio 2016

GIUBILEO DEI FIDANZATI


Si è svolta Domenica 21 febbraio 2016 l'annuale Festa diocesana dei Fidanzati, organizzata dall'Ufficio per la pastorale della Famiglia della Diocesi di Oria.

All'appuntamento hanno partecipato le coppie provenienti da ogni paese della nostra diocesi. Anche la nostra parrocchia ha aderito positivamente all'invito; infatti, tutte le coppie che si stanno preparando a vivere la celebrazione sacramentale del loro Matrimonio hanno fortemente voluto essere presenti per vivere un momento di preghiera particolare.

Ad accogliere le coppie nella Basilica Cattedrale c'erano, oltre ai membri della Commissione diocesana di Pastorale Familiare e al Vice-Direttore Don Domenico Spina, il nostro Vescovo, Monsignor Vincenzo Pisanello. Purtroppo per problemi di salute non era presente il nostro  Parroco Don Lorenzo Elia, che è anche Direttore dell'Ufficio di Pastorale familiare.
Le coppie hanno partecipato con canti, preghiere, ma sopratutto ascoltando le parole semplici del Vescovo, il quale le invitava a dirsi un "Sì" non come conferma di gioia, ma come una risposta a Dio che chiama a seguirlo nella via del Matrimonio, in pienezza, fedeltà e santità, con amore perfetto, infinito, eterno e divino.
Il momento più emozionante è stato quando le coppie, dopo essere state asperse con acqua santa, sono state invitate ad attraversare mano nella mano la Porta Santa della nostra Cattedrale. Un'emozione speciale, che ha coinvolto anche noi accompagnatori: contemplare  tutti quei giovani che si stringevano le mani e che facevano trasparire dai volti i sentimenti profondi che provavano, era a dir poco favoloso.
Successivamente, tutti insieme, Vescovo compreso, abbiamo vissuto un momento di convivialità nell'atrio della Curia, degustando quello che ognuno ha voluto mettere a disposizione. La Diocesi ha  offerto una torta ed ha regalato ad ognuno di loro un pensiero simbolo della serata, cioè una riproduzione della Porta Santa della Cattedrale con il testo di Tobia 8.
Piero e Farida Ligorio

giovedì 25 febbraio 2016

INCONTRO CON IL MARESCIALLO

Questa sera c'è stata una buona partecipazione in Parrocchia all'invito rivolto dal Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, per poter dare informazioni su come smascherare truffe ai danni soprattutto di persone anziane. La conversazione con il Maresciallo Maggiore Camarda è stata molto piacevole, alleggerita da esempi e semplici battute che hanno aiutato l'uditorio a sentire le forze dell'ordine più vicine a sé. Il Comandante ha esortato a collaborare con i Carabinieri, fornendo loro tutte le informazioni utili, contando sulla loro professionalità per la riservatezza delle stesse. Il dibattito con i partecipanti ha permesso, poi, di approfondire alcune questioni specifiche. Auguriamo al Comandante ed ai suoi collaboratori di saper tutelare con coraggio e competenza il rispetto della legge sul nostro territorio cegliese.

VIA CRUCIS

Domani, venerdì 26 febbraio 2016, rivivremo l'esperienza della Via Crucis in Chiesa. Alle ore 18.30 gli Adulti di Azione Cattolica si raduneranno per animare la preghiera intorno alle stazioni della sofferenza di Gesù fino alla morte. Il testo che seguiranno è quello di Costanza Miriano: "Via Crucis. Dall'epifania della violenza all'epifania dell'amore". Nelle altre serate c'è stata molta partecipazione e ci auguriamo che anche domani sera saremo in tanti a partecipare a questa preghiera tipicamente quaresimale.

mercoledì 24 febbraio 2016

ECO E MIKE

Ieri è stato dato l'ultimo commiato al Prof. Umberto Eco, semiologo, filosofo e scrittore, spentosi all'età di 84 anni. In questi giorni tanto si è parlato di lui, attraverso quelle fonti di informazione alle quali aveva dedicato numerosi e acuti studi. Tra questi, ho ripreso in questi giorni proprio quel saggio che lo fece conoscere al grande pubblico nel 1961, contenuto nel volume Diario Minimo. Si tratta della Fenomenologia di Mike Bongiorno, che inaugurava in Italia la lettura semiotica di quel giovane medium sociale che era ed è la televisione.
Non si trattava di una disquisizione estetica fine a se stessa, seppure aggiornata dalle innovative tecniche retoriche che il mezzo televisivo suggeriva, ma di un'analisi socio-culturale, oltreché filosofica, cristallina e chiaroveggente, la cui rilettura oggi ci consente di misurare il potere dei media e degli individui che inventano i "personaggi" per assicurarsi quel potere. Il saggio di Eco non ha impedito alla televisione di fare i suoi danni nel tempo: tra tanti, spicca in modo particolare quello di aver incoraggiato, nell'italiano medio, la soddisfazione per la mediocrità di sé medesimo. Vi auguriamo una buona lettura, in modo che almeno un po' la commozione per la morte di un umanista come Eco non sia ancora una volta un fatto solo mediatico e, quindi, mediocre...

don Lorenzo Elia

FENOMENOLOGIA DI MIKE BONGIORNO
L'uomo circuìto dai mass media è in fondo, fra tutti i suoi simili, il più rispettato: non gli si chiede mai di diventare che ciò che egli è già. In altre parole gli vengono provocati desideri studiati sulla falsariga delle sue tendenze. Tuttavia, poiché uno dei componenti narcotici a cui ha diritto è l'evasione nel sogno, gli vengono presentati di solito degli ideali tra lui e i quali si possa stabilire una tensione.

INFORMAZIONI SU TRUFFE

Giovedì 25 febbraio, alle ore 16.00, nel Salone della nostra Parrocchia si terrà un incontro molto interessante con il Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, il Maresciallo Maggiore Giovanni Camarda. Si tratta di istruire i nostri cittadini su tentativi di truffa a loro danno organizzati da malviventi, che si spacciano per carabinieri e che riescono, in tal modo, a farsi aprire le porte delle case ed a portare a buon fine un furto. L'incontro ha come destinatari particolari gli anziani, ma anche i loro figli sono invitati a partecipare, per informare i propri genitori di alcune dinamiche tese a mettere in trappola soggetti deboli. Tutti possono partecipare all'evento.

martedì 23 febbraio 2016

LECTIO DIVINA

I capitoli del Primo Libro di Samuele, che saranno letti questa sera, martedì 23 febbraio 2016, sono il 24 e il 25. Raccontano di quando Davide risparmiò dall'uccisione il re Saul, che lo perseguitava, e dell'episodio in cui l'astuta Abigail, moglie del perverso Nadal, riesce a placare l'ira di Davide, diventandone moglie di lì a poco. Chi verrà, porti con sé la Bibbia.

Antonio Molinari, Davide e Abigail, 1663

lunedì 22 febbraio 2016

GIORNATE ACS

Sabato e Domenica prossimi, 26 e 27 febbraio 2016, accoglieremo in Parrocchia Don Imad Khoshaba Gargees, sacerdote iracheno e volontario dell'Associazione internazionale "Aiuto alla Chiesa che Soffre". Questo è già il terzo anno che la nostra Parrocchia accoglie una "Giornata ACS", perché crediamo che sia necessario sensibilizzare le nostre coscienze ai temi delle povertà e della libertà religiosa, talvolta interconnessi fra loro in alcune parti calde del pianeta.
E' il caso proprio dell'Iraq, nazione da cui proviene Don Imad, per cui invitiamo tutti a partecipare ad una delle celebrazioni festive del prossimo WE, perché in ciascuna egli darà la sua viva testimonianza. Inoltre, nel pomeriggio di domenica 27, alle ore 17.00, Don Imad terrà un incontro con i Giovani, comunque aperto a chiunque fosse interessato ai temi della mondialità.
Di seguito pubblichiamo due link per saperne di più...

il sito di acs
breve spot che fa conoscere acs

VISITA DEI LAICI

In questa settimana inizierà la visita dei Laici della nostra Parrocchia, a cui Don Lorenzo ha dato il mandato di portare la buona notizia del Vangelo in tutte le Famiglie del nostro territorio. Sarà un'esperienza unica, perché a bussare alla porta non saranno dei religiosi o delle religiose, ma i Laici che collaborano alle varie iniziative parrocchiali e che, in più rispetto al loro servizio abituale, hanno accettato di buon grado l'invito a farsi messaggeri di fede. L'incontro sarà semplice: invitiamo coloro che riceveranno la loro visita ad aprire con simpatia la porta e ad ascoltare le loro parole. Parleranno dell'amore di Dio, della gioia della Pasqua e della Misericordia del Padre, in questo Anno giubilare voluto con forza da Papa Francesco. Saranno distribuiti anche due dépliant:

domenica 21 febbraio 2016

PENTOLACCIA

Oggi, 21 febbraio, a partire dalle 16.00, Ceglie si colorerà di festa per i nostri bambini. Ci sarà la SCASCIAPIGNATA, una tradizione carnevalesca da sempre inserita nel periodo quaresimale. Una tradizione molto cara a Raffaele Carriero, un nostro parrocchiano scomparso prematuramente qualche mese fa. La bella giornata ci aiuterà a vivere allegramente questa festa. E al termine, grande chiusura davanti alla nostra Chiesa. Buoni cocci...

sabato 20 febbraio 2016

REPORT BANCO FARMACEUTICO

     Sabato 13 febbraio, giusto una settimana fala Caritas della nostra Parrocchia, presso la Farmacia del Dott. Conte, è stata impegnata nella raccolta di farmaci in occasione del “Banco Farmaceutico  Nazionale“.
     Iniziativa nata per favorire e facilitare l’acquisizione di farmaci  non  erogabili gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale, che va incontro al bisogno ed alle necessità di fasce di popolazione più disagiate, come bambini ed anziani.
     I farmaci raccolti, oltre 130 confezioni tra sciroppi per la tosse, antinfiammatori, antipiretici ed altre specialità, saranno assegnati, in base alle specifiche esigenze, alle famiglie che già beneficiano, mensilmente, del servizio di distribuzione alimentare. 
     Come Caritas Parrocchiale di San Rocco ringraziamo innanzi tutto i proprietari della Farmacia Conte per aver accettato di aprire la propria Farmacia a questa iniziativa di solidarietà. Inoltre, ringraziamo tutti coloro i quali hanno contribuito generosamente all’iniziativa, dimostrando sensibilità ed attenzione verso le fasce di soggetti più deboli e bisognosi di aiuti concreti e ci auguriamo una partecipazione sempre così attenta alle prossime iniziative che si terranno nel corso dell’anno, le quali potranno alleviare ulteriormente le difficoltà materiali, e non solo, di tante famiglie.


Dott.ssa Marinella d’Ippolito

venerdì 19 febbraio 2016

50° DI DON GENTILE

Domenica 14 febbraio, durante la Messa vespertina, abbiamo accolto fra noi Don Angelo Gentile, un sacerdote della nostra Diocesi di Oria che quest'anno celebra i suoi 50 anni di sacerdozio. Don Angelo è originario di Sava ed ha svolto il suo ministero tra Francavilla, Latiano, Oria e Sava, impegnandosi tanto anche nell'Azione Cattolica, nei Corsi di Cristianità e insegnando Teologia dogmatica presso il nostro Istituto di Scienze Religiose. A Ceglie molti lo conoscono, per questo è stata una gioia vederlo circondato da tanti amici che sono venuti a trovarlo, sapendo di questo evento speciale. Qualche foto da testimonianza della serata, seppure non rende a pieno il clima di serena preghiera e di commossa gratitudine che ci ha fatti stringere intorno a don Angelo in occasione del suo Genetliaco. Ci ha assicurato la sua preghiera e per noi questo è importante!

SAN VALENTINO 2016

Lo scorso 27 Dicembre, in occasione della Festa della Famiglia, abbiamo dato inizio al Percorso in preparazione al Matrimonio per i Fidanzati, un cammino pastorale per far sì che il tempo di fidanzamento sia vissuto come un tempo di grazia, un cammino in preparazione alla loro Pasqua, all'incontro vivo con il Signore e il Suo Amore nella loro vita.
Le coppie si incontrano a cadenza settimanale nel salone parrocchiale per circa 12 appuntamenti, con don Lorenzo e noi, Piero e Farida. Il nostro compito è quello di aiutarli a riflettere sulla scelta che stanno per compiere, attraverso la nostra esperienza matrimoniale e attraverso le riflessioni di don Lorenzo.
Anche domenica scorsa, festa di San Valentino, le coppie hanno partecipato all'incontro, mettendo da parte gli impegni personali visto il tipo di occasione, anzi, hanno fortemente voluto festeggiare insieme e condividere un momento dedicato a loro due e agli altri amici che hanno imparato a conoscere in queste serate.
Hanno organizzato minuziosamente ogni particolare: segnaposto, porta-candele, candele, musica, coriandoli, senza trascurare la parte gastronomica con un buffet appetitoso di salato e di dolce.
Un momento di pura condivisione fraterna, di relazione e di riflessione sul valore di un amore che fra di loro è sbocciato e che sta crescendo, per diventare unico ed indissolubile attraverso quel dono sacramentale che tra un po' riceveranno nella celebrazione del loro matrimonio.
Vi alleghiamo qualche foto della serata solo per darvi l'idea di come tutto si è svolto, ma lasciando nella privacy e nel rispetto i momenti piu belli che le coppie hanno vissuto insieme con noi, per non sciupare la bellezza di una serata unica ed intima.
Le coppie di fidanzati parteciperanno domenica 21 Febbraio, nella Cattedrale di Oria, alla Festa dei Fidanzati, festa in cui si raduneranno tutte le coppie di fidanzati della Diocesi insieme ai parroci, alle coppie-guida e soprattutto insieme al Vescovo, Mons. Vincenzo Pisanello. Noi ci saremo!


Piero e Farida Ligorio

VIA CRUCIS

Oggi 19 febbraio secondo appuntamento con la Via Crucis in Chiesa. Alle ore 18.30 i volontari e i giovani del Centro Diversamente Abili L'Arcobbaleno animeranno la preghiera che ricorda la Passione del Signore Gesù attraverso 14 Stazioni, ovvero 14 tappe del Suo dono finale.
Questa settimana sarà seguito un testo di Don Tonino Bello, lo straordinario vescovo di Molfetta per il quale è in atto il processo di beatificazione. Il librettino della Via Crucis si intitola molto semplicemente: "Sulla via della croce".
Eccone un breve stralcio: "La croce, l'abbiamo isolata: è un albero nobile che cresce su zolle recintate, nel centro storico delle nostre memorie religiose, all'interno della zona archeologica dei nostri sentimenti. Ma troppo lontano dalle strade a scorrimento veloce che battiamo ogni giorno. Abbiamo bisogno di riconciliarci con la croce e di ritrovare, sulla carta stradale della nostra esistenza paganeggiante, lo svincolo giusto che porta ai piedi del condannato!". 
Rivedremo il Centro L'Arcobbaleno esibirsi nuovamente in Teatro il prossimo 23 marzo.

giovedì 18 febbraio 2016

SSR - Vestita di... Giubileo

Pubblichiamo una foto della facciata della nostra Chiesa rivestita con due banners che danno notizia della prossima Settimana della Misericordia, che celebreremo a Ceglie dal 2 al 10 aprile 2016. Per quella settimana sarà con noi il nostro vescovo, Mons. Vincenzo Pisanello. Gli stessi banners li trovate sulle facciate delle altre parrocchie di Ceglie.


ADORAZIONE EUCARISTICA

Oggi, 18 febbraio, dopo la Messa delle ore 18.00, in Chiesa sarà esposto il Santissimo Sacramento per l'Adorazione eucaristica. Durante questo tempo ci si potrà accostare al Sacramento della Riconciliazione. Questa sera l'Adorazione eucaristica terminerà alle 19.30, per permettere ai Laici della nostra Parrocchia, chiamati a portare l'annuncio del Vangelo nelle case durante questa Quaresima, di incontrare don Lorenzo per un ultimo incontro di formazione.

lunedì 15 febbraio 2016

GRUPPO SAMUEL

Sabato 13 febbraio, nel pomeriggio, un bel gruppetto dei nostri Piccoli Ministranti si sono recati presso il Seminario diocesano di Oria per vivere un altro appuntamento del Gruppo "Samuel", la proposta formativa e ludica della nostra Comunità educativa vocazionale per i preadolescenti. Sono stati accompagnati dai loro responsabili, cioè da Fabrizio e Jessica Gatti.

La volta scorsa avevano partecipato per la prima volta e, con loro somma soddisfazione, avevano vinto il primo premio della giornata, che è consistito in una elegante lampada del Giubileo, da noi subito collocata ad illuminare il tabernacolo della nostra Chiesa. Questa volta si sono ugualmente divertiti, gioendo per la vittoria degli amici di un'altra Parrocchia. Vi riportiamo qui di seguito una foto del "giorno della vittoria" e qualche altra foto dell'esperienza dello scorso sabato.

LECTIO DIVINA

Martedì 16 febbraio, alle ore 19.00, riprende la Lectio Divina sul Primo Libro di Samuele, dopo la pausa della settimana scorsa dovuta alle Quarantore.
Questa volta leggeremo i capitoli 22 e 23 di 1Sam, riguardanti le vicende di Davide latitante suo malgrado, per nascondersi dalle ire del re Saul, ormai accecato dall'invidia nei confronti dell'antico delfino. Chi verrà, ricordi di portare con sé la Bibbia.

Re Davide, Miniatura del XII secolo, Francia.

LA STRANIERA

Il prossimo 17 febbraio, alle ore 17.00, presso il Centro di Spiritualità "Madonna della Nova" ad Ostuni, l'UCIIM cittadino, cioè l'Unione Cattolica Italiana Insegnati Medi, promuove la presentazione dell'ultimo libro di Maria Tondo: "La Straniera. Noemi e le sue nuore".
Si tratta di un'interessantissima pubblicazione, a metà tra la riflessione spirituale e l'indagine filosofico-psicologica, che getta luce sulla "stranierità" come condizione antropologica comune, da cui non possiamo prescindere, pena il perdere una parte importante della nostra più profonda identità.
Le risonanze di questo tema nella nostra attualità sono evidenti a ciascuno. Il passaggio da straniero a stanziale può generare un processo di obnubilamento e condurci troppo in fretta a dimenticare da dove proveniamo.
L'Autrice, laica impegnata nella ricerca intellettuale e nel servizio ecclesiale attraverso l'ascolto e l'accompagnamento personalizzato nei percorsi di maturazione umana, ci ha donato con questa sua ulteriore fatica un nuovo focus attraverso il quale guardare all'uomo con le categorie della complessità e della speranza.


domenica 14 febbraio 2016

IL CAVALLO DI TROIA

     No, non temete. Il cavallo di Troia non è questo Blog, invenzione della nostra Parrocchia per veicolare idee vetero-cattoliche e ultra-tradizionaliste.
     Facciamo riferimento al ddl Cirinnà, in discussione e in votazione in questi giorni al Senato.
     Noi riteniamo che sia giusto e rispettoso dei diritti di tutti legiferare a riguardo delle unioni civili.
     Non riteniamo giusto inserire in questo disegno di legge la possibilità dell'adozione del figlio del partner, perché questa sarebbe di fatto l'introduzione in Italia, per via internazionale, della pratica dell'utero in affitto. Il cavallo di Troia, appunto.
     Sull'utero in affitto pubblichiamo con questo Post un video molto eloquente.


video

per chi non dovesse riuscire a vedere il video su questa pagina

     Crediamo che il confronto/scontro non sia tra chi è a favore delle coppie omosessuali e chi no, ma tra chi vuole difendere le pretese dei ricchi e chi vuole difendere i diritti delle donne povere. Mangiare, bere, lavorare fanno riferimento a dei nostri bisogni primari, biologici e di sussistenza, ed abbiamo il diritto che lo Stato nel quale viviamo in qualche modo provveda alla soddisfazione di questi bisogni. Articolo 1 della Costituzione: "L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro".
     Avere un figlio non è un bisogno, così come avere un partner non è un bisogno, tanto che qualcuno decide di non avere né l'uno né l'altro e continua a vivere ugualmente. Avere un figlio non può diventare un diritto, anche se lo Stato deve provvedere ad agevolare le condizioni socio-economico-sanitarie, in modo tale che sia facilitato l'accesso a questo diritto. Ma non a tutti costi.
     Avere un partner, avere un figlio significa avere a che fare con la "centralina misteriosa" della vita. In questo campo, a mio parere, dobbiamo fare due cose:
     1) stare attenti a non alterare un equilibrio interno alla natura, trascurando volutamente le conseguenze dei nostri gesti. E' curioso che siamo diventati ipersensibili a non alterare gli equilibri dell'ecosistema nel quale viviamo e non ci facciamo alcun problema ad alterare il "sistema relazioni umane", che pure è insito nel grande universo della natura.
     2) valutare i diritti dei più deboli. Avere fame è un conto, volere a tutti i costi - magari anche a scapito degli altri - un pranzo luculliano è una pretesa! In genere, le pretese le hanno i ricchi, abituati ad avere... Così è nel campo delle adozioni da parte di coppie di omosessuali. Desiderare di donare la propria vita ad un altro è un conto (in fondo, è questo voler avere un figlio...), desiderare un figlio ad ogni costo è una pretesa, che non tiene conto se è vera la libertà di quell'uomo o di quella donna che devono dare "una parte di sé" (il mistero della vita che è in noi!...), affinché la coppia omosessuale realizzi il suo sogno...
     Trovo incredibile che su questi temi in Italia, oggi, ci sia da parte di molti il pudore ad esprimere la propria opinione, quasi che si vadano a ledere in tal modo le sensibilità degli omosessuali. La verità è un'altra: molti omosessuali non sono né per l'equiparazione delle unioni omosessuali al matrimonio né per le adozioni da parte delle stesse coppie! In calce a queste mie righe troverete un link ad un interessante articolo in proposito. Allora, questa storia assume tutta l'aria di una modalità surrettizia per tutelare ancora una volta le pretese dei ricchi e dei potenti di turno, qualsiasi colore abbiano... Appunto, un nuovo cavallo di Troia.

La Manif Pour Tous Italia
don Lorenzo Elia

LAVORI IN CORSO

Pubblichiamo qualche foto dei lavori in corso al Centro "Madre Teresa di Calcutta", che speriamo di inaugurare dopo Pasqua. Una corsa contro il tempo, ma ci auguriamo di farcela.
Vi ricordiamo che il Progetto del Centro "Madre Teresa di Calcutta" è una iniziativa delle quattro Caritas cittadine, legate alle quattro Parrocchie. In questo Centro daremo ospitalità ai senza fissa dimora, sia cegliesi che non, secondo i bisogni del momento.
Potete aiutarci a sostenere le spese per i lavori con un contributo volontario o presso le Parrocchie o attraverso un bonifico bancario, secondo l'IBAN che trovate sulla banda destra di questo Blog, specificando, in un caso e nell'altro, la finalità del versamento: Centro di prima accoglienza "Madre Teresa di Calcutta". Vi aggiorneremo...

venerdì 12 febbraio 2016

L'ABBRACCIO

Patriarca Kirill e Papa Francesco a Cuba (12 febbraio 2016)
Oggi, 12 febbraio, alle ore 20.30 italiane, nel pomeriggio cubano dell'aeroporto de l'Avana, si sono incontrati e abbracciati Papa Francesco e il Patriarca di Mosca Kirill, superando una distanza tra le due Chiese che aveva resistito fino ad oggi. Già il Patriarca ecumenico Atenagora aveva incontrato e abbracciato il papa Paolo VI nel 1964. Ma la Chiesa russa è la più grande e influente dell'Ortodossia, per cui questo appuntamento era comprensibilmente molto atteso.
Vi riportiamo il documento congiunto che i capi delle due Chiese hanno firmato dopo due ore di colloquio.

Dichiarazione comune
di Papa Francesco
e del Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia

«La grazia del Signore Gesù Cristo, l’amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi» (2 Cor 13, 13).
1. Per volontà di Dio Padre dal quale viene ogni dono, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, e con l’aiuto dello Spirito Santo Consolatore, noi, Papa Francesco e Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, ci siamo incontrati oggi a L’Avana. Rendiamo grazie a Dio, glorificato nella Trinità, per questo incontro, il primo nella storia.

giovedì 11 febbraio 2016

BANCO FARMACEUTICO

Sabato 13 febbraio, durante tutta la giornata la nostra Parrocchia e la Farmacia "Conte", sita in Via Martina, diventano partners del Banco Farmaceutico, il quale promuove una raccolta gratuita di farmaci da banco, da destinare alla Caritas parrocchiale. Donando qualche farmaco ai volontari che troverete in farmacia, darete la possibilità ai più poveri di usufruire di una cura necessaria per la salute.
Per chi ne voglia sapere di più, sotto trovate il link al sito del Banco Farmaceutico. Un grazie in anticipo a quanti faranno il proprio dono ed ai volontari della nostra Caritas, ai quali si aggiungeranno gli amici del Rotaract, ormai affezionati collaboratori delle nostre iniziative.
Da questo Blog vi daremo conto di come andrà la giornata di sabato prossimo.

CORIANDOLI

Martedì Grasso, 9 febbraio, al termine delle Quarantore, ci siamo ritrovati nel Salone parrocchiale per una bella festa di Carnevale. A guidare la serata ci sono stati gli amici del Centro L'Arcobbaleno, i quali hanno messo su una simpatica scenetta. Un burbero Balanzone si è convinto, infine, a organizzare un abbondante cenetta per i suoi amici, non facendo mancare del buon vino.
A seguire ci sono stati canti e balli, nei quali si sono intrecciati e incontrati piccoli, giovani e adulti, coinvolgendo negli scherzi anche gli anziani che hanno deciso di fermarsi. Naturalmente, siamo riusciti a impegnare i nostri preti in delle performance comiche...
Per finire, abbiamo gustato un abbondante buffet, con focacce, frittate e dolci, prima di entrare nell'austerità quaresimale. E quando la folla si è diradata, siamo riusciti anche a pulire il salone, nonostante un po' di stanchezza.
Eccovi una sequenza di foto della serata.

LA MUSICA DI BOSSO

Per chi non ha potuto vedere in diretta un ospite speciale al Festival di Sanremo, gli diamo la possibilità di recuperare un momento di alta televisione.
Si tratta del Maestro Ezio Bosso, un pianista, compositore e direttore d'orchestra, di 44 anni, affetto dal 2011 da una malattia neurologica degenerativa.
Nell'intervista che ha preceduto la sua esibizione ha detto, tra le altre cose, che "la musica, come la vita, si può fare solo in un modo: insieme". Insieme nella diversità...

L'esibizione del Maestro Bosso

VARIAZIONE DI PROGRAMMA

Il IV Pellegrinaggio della Sofferenza, previsto per oggi, giovedì 11 febbraio, viene rimandato a data da destinarsi. Vi informeremo al riguardo appena ci sarà possibile.

LUTTO

Siamo vicini a don Gianni Caliandro e a suo fratello Pierpaolo per la scomparsa della cara mamma Anna. Oggi, giovedì 11 febbraio, alle ore 15.30, si terranno i funerali presso la Chiesa Madre di Ceglie. RIP.

Lo sapevate che?... cap. 2

Un po' di storia della nostra Parrocchia

Dalla relazione seguita alla Visita Apostolica del 1595 di S. E. Mons. Camillo Borghese, vescovo di Castro, si risale al proprietario del terreno che oggi ospita l'immobile della Chiesa: il Sacerdote Stefano Vitale. A differenza della regola canonica sulla costruzione delle chiese, l’abside fu orientato ad ovest anziché ad est e questo per due motivi: primo, per rispettare la posizione della precedente Cappella; secondo, per esaltarne l’aspetto scenografico che scaturiva dal posizionamento frontale della chiesa rispetto alla città. Sembrerebbe quasi che l’asse direzionale creato dai due poli (città-chiesa) stia a sottolineare, con una metafora urbanistico-architettonica, la benevola accoglienza del Santo di Montpellier da parte del popolo cegliese devoto, che fortemente aveva voluto innalzare il Tempio.

Veduta aerea dell'area su cui sorge la nostra Parrocchia

martedì 9 febbraio 2016

VISTA SULLE QUARANTORE

Pubblichiamo alcune foto scattate in Chiesa durante il tempo delle Quarantore. Se tra voi, appassionati lettori di questo Blog, c'è qualcuno che ha in famiglia una persona anziana legata alla nostra Parrocchia e che ora non ha più la possibilità di venire a fare la "visita a Gesù Sacramentato", beh, fategli vedere queste foto: sarà un piccolo dono per far guarire la nostalgia...
Grazie agli operatori pastorali per aver offerto i fiori che hanno adornato l'altare in occasione di questi tre giorni di adorazione eucaristica.


GIOVANISSIMI IN USCITA

... mentre i Giovanissimi si esibiscono in un canto!
Lunedì 8 febbraio i Giovanissimi di AC della nostra Parrocchia, insieme ai loro educatori e a don Lorenzo, hanno vissuto il loro incontro settimanale presso la Casa di Riposo “San Giuseppe”, curata dalle Suore Domenicane di San Sisto Vecchio. In linea con gli orientamenti proposti dal cammino dell'anno, l’incontro voleva essere un’uscita verso l’alt(r)o, per riscoprire la bellezza di fare esercizio dell’Amore. Amore che si è incarnato nei volti, nelle parole e nei sorrisi di Graziella, Michelina, Vittoria, Bonaventura, Anna, Palmina, Maria Fontana, Anna, Immacolata, Maria Pompea, Teodora, Michelina, Caterina, Gioconda, Rosetta, Lillino, Franco, Sr. Maria Egidia e Sr. Maria Rosaria. Tante le emozioni che conserviamo nel cuore, smisurato l’amore che abbiamo ricevuto. Le foto che riportiamo in questo Post forse riescono a comunicare qualcosa... Insomma, non potevamo introdurci nella Quaresima in modo migliore... con una promessa: tornare al più presto dai nostri "nuovi" amici!

Giuseppe Elia

#abbiamovogliadivederedoveportanolestrade #sandRocc #readytogo

lunedì 8 febbraio 2016

PLASTICA

Vi riportiamo due articoli dai nostri giornali locali sull'incontro che Rosangela Chirico ha tenuto presso l'Istituto "Majorana" di Brindisi. Rosangela ha scritto un libro - "Plastica" - in cui racconta la storia di suo papà, operaio petrolchimico della Montedison morto prematuramente proprio in relazione alla produzione di quella grande industria ora scomparsa. E' interessante che un'importante e pluripremiata Scuola industriale del nostro territorio abbia voluto ascoltarla. Forse sta maturando una coscienza del territorio e della sua vera vocazione economica. A Rosangela, una presenza viva nella nostra comunità, facciamo gli auguri per il suo impegno a favore della verità.




DI RITORNO DA PUTIGNANO

Una domenica come tante, una gita come tante, eppure un ingrediente speciale c'è: la voglia di andare insieme e di condividere un'occasione divertente. È bastato poco, è servita soltanto un'ottima organizzazione per la Parrocchia di San Rocco al Carnevale di Putignano. Guardando i carri sfilare, tanti sono stati i colori, le musiche e le maschere viste, ma quello che ci ha colpito maggiormente è stato aver letto dappertutto la parola "diversità": nella pluralità la diversità, nella diversità l'uguaglianza, nella natura l'opera di Dio.  
Alla prossima gita!
Angelica Gianfreda e Patrizia Urso

domenica 7 febbraio 2016

VIA CRUCIS

Papa Benedetto, 6 aprile 2007
Venerdì 12 febbraio, alle ore 18.30, sarà celebrata la prima Via Crucis di questa Quaresima. Ad animare la riflessione sulle 14 stazioni ci saranno i volontari della Caritas parrocchiale. Essi seguiranno un testo del Cardinale Martini.
Di seguito vi proponiamo una presentazione della pia pratica della Via Crucis, proposta dall'Arcivescovo Piero Marini, già Maestro delle Cerimonie liturgiche pontificie.

sabato 6 febbraio 2016

PELLEGRINAGGIO DELLA SOFFERENZA

Giovedì 11 febbraio, in occasione della Giornata mondiale del Malato, giunta al 24° anno di vita, ci viene proposto il IV Pellegrinaggio della Sofferenza, secondo questo programma:
  • Ore 15.30: Raduno presso Largo don Minzoni e inizio del Pellegrinaggio verso la Parrocchia di San Rocco.
  • Ore 16.00: Arrivo e celebrazione dell'Eucaristia.


Il Pellegrinaggio è promosso dal Maestro Pietro Mita, dall'AIAS, dal Centro L'Arcobbaleno e dall'Associazione L'Ottovolante.

LE CENERI

Mercoledì 10 febbraio è il giorno con cui inizia la Quaresima. La Chiesa chiama questo giorno "Le Ceneri", con una asciuttezza che da subito ci immette nel clima spirituale di sobrietà che gli è caratteristico.


Durante la celebrazione eucaristica il sacerdote ci porrà sul capo un po' di cenere (in genere ottenuta dai rami di olivo benedetti nella scorsa Domenica delle Palme) e ci dirà: "Convertiti e credi al Vangelo", oppure: "Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai". Questo segno vuole riportarci ad una sincera considerazione della nostra povertà, frutto del peccato, che nel Tempo quaresimale siamo invitati a combattere con maggiore costanza, sostenuti dalla Parola di Dio e dallo Spirito.
In Parrocchia celebreremo l'Eucaristia delle Ceneri la mattina, alle ore 07.30, e la sera, alle ore 19.00. Alle 11.30 sarà celebrata l'Eucaristia in lingua inglese, nella Chiesa di Sant'Anna. Nel pomeriggio i sacerdoti saranno a disposizione per le Confessioni
Ricordiamo che nel giorno delle Ceneri la Chiesa raccomanda il digiuno e l'astinenza: non mangeremo carne e salteremo almeno un pasto, per ricordarci che l'uomo non vive di solo pane.

FESTA DI CARNEVALE

Non mancate alla Festa di Carnevale, che stiamo organizzando in Parrocchia al termine delle Quarantore. Quindi, l'appuntamento è per MARTEDÌ 9 FEBBRAIO, a partire dalle ORE 20.00. Potete venire vestiti in maschera, oppure no. Potete portare con voi un po' di dolci carnevaleschi (frappe, castagnole, frittelle di mele, chiacchiere, ecc.), oppure no, tanto qualcuno certamente ci penserà... Però non potete venire senza un particolare: la voglia di divertirvi tra amici!
E non dimenticate: "... ogni scherzo vale"!

GIORNATA PER LA VITA

Domenica 7 febbraio in tutta Italia si celebra la Giornata per la Vita, voluta dai nostri Vescovi e giunta quest'anno alla sua trentottesima edizione. Il titolo del loro Messaggio è "La misericordia fa fiorire la vita". Ecco quanto scrivono:

“Siamo noi il sogno di Dio che, da vero innamorato, vuole cambiare la nostra vita”. Con queste parole Papa Francesco invitava a spalancare il cuore alla tenerezza del Padre, “che nella sua grande misericordia ci ha rigenerati” (1Pt 1,3) e ha fatto fiorire la nostra vita.

La vita è cambiamento
L’Anno Santo della misericordia ci sollecita a un profondo cambiamento.

LA SERA DELLA CANDELORA

Vi diamo conto, attraverso qualche foto, della celebrazione della Candelora, che si è tenuta lo scorso 2 febbraio, alle 18.00, con la partecipazione, in modo particolare, delle famiglie che hanno battezzato i loro figli nel 2015. E' stata una bella serata, introdotta dal rito della benedizione delle candele, con cui abbiamo composto una breve processione che ci ha portati in Chiesa.

Lì la celebrazione si è svolta secondo le letture previste per quel giorno: Malachia 2,1-4; Salmo 23; Ebrei 2,14-18 e Luca 2,22-40. Al termine della celebrazione don Lorenzo ha accolto i genitori e i piccoli battezzati, ha benedetto questi ultimi con un segno di croce sulla fronte ed ha fatto omaggio di un libricino per la preghiera serale.


Il tutto mentre i piccoli ministranti tornavano in sagrestia soddisfatti per un ulteriore servizio liturgico, sotto la sapiente direzione di Jessica e Fabrizio Gatti, a cui va il ringraziamento per le foto. E non solo per quelle...

FESTA DELLA PACE 2016


     Sabato scorso, con tanta gioia ed entusiasmo, puntuali alle 15.00 sono arrivati, nella "Stazione centrale" di San Lorenzo da Brindisi, circa 100 ragazzi, guidati da una trentina di educatori provenienti dalle parrocchie di San Rocco, Chiesa Madre e Maria Immacolata, tutti aderenti all’ACR. I ragazzi sono stati accolti dall’inno di quest'anno  “Viaggiando verso Te”, insieme tanti altri giochi e bang.


     Ognuno di loro ha obliterato il proprio biglietto, poi i ragazzi sono stati divisi in 4 squadre, con cui hanno visitato gli stands ospitanti i giochi: “Da dove vieni?; “Alla ricerca del biglietto perduto”; “Che lingua parli?”. Non poteva mancare lo stand “Vagone ristorante”...
     I ragazzi dell'ACR in quest’anno associativo stanno partecipando ad un metaforico viaggio in treno, il quale prevede diverse tappe.
     La fermata della festa della pace ha permesso ai ragazzi di  conoscere usi, costumi e gastronomia di nazionalità diverse e hanno compreso che, nonostante le apparenti diversità, siamo tutti figli dello stesso Padre e che accogliere e condividere è essenziale per  vivere in Pace.
    Dopo aver giocato e cantato non poteva mancare il momento di riflessione e di preghiera, culminato con la celebrazione eucaristica, animata dagli stessi ragazzi, a cui hanno partecipato anche i genitori.
     La serata si è conclusa con un bel buffet interparrocchiale. In questo Post trovate qualche foto della serata.
Lucia Urso